• chromID® ESBL
  • chromID® ESBL

chromID® ESBL

Terreni cromogeni per lo screening di ESBL

Il terreno cromogeno selettivo chromID® ESBL aiuta a promuovere un controllo efficace delle infezioni attraverso uno screening* affidabile degli enterobatteri produttori di β-lattamasi ad ampio spettro (ESBL).

  • Screening di ESBL in 18-24 ore
  • Validato per un’ampia varietà di campioni: tamponi rettali, urine, secrezioni respiratorie e altri
  • Miscela di antibiotico e substrato brevettata per l’identificazione diretta

*la produzione di ESBL deve essere confermata

L’ambiente sanitario odierno è più complesso e impegnativo che mai, per la presenza di microrganismi resistenti (MDRO) e il rischio di epidemie di infezioni ospedaliere che sono tra le più problematiche più critiche. Molte infezioni ospedaliere sono causate da Enterobacteriaceae. Quando questi batteri producono β-lattamasi ad ampio spettro (ESBL), sviluppano resistenza nei confronti degli antibiotici più comuni ed è molto probabile che portino a morbilità e mortalità da infezioni del torrente circolatorio. Gli enterobatteri produttori di ESBL sono riconosciuti a livello mondiale come patogeni nosocomiali di grande importanza, indicati come una “minaccia grave” dal Centers for Disease Control1. Lo screening rapido e affidabile delle ESBL è essenziale per migliorare l’assistenza al paziente, il controllo dell’infezione e la gestione dell’epidemia.

1) Antibiotic Resistance Threats in the United States, CDC 2013

Supporto per il controllo efficace delle infezioni

chromID® ESBL fa parte della gamma di terreni SMART di bioMérieux, sviluppati in maniera specifica per affrontare le sfide poste da MDRO e infezioni ospedaliere. chromID® ESBL è costituito da un agar con una miscela brevettata di antibiotici ideata appositamente per consentire la crescita selettiva degli enterobatteri produttori di ESBL* e substrati cromogeni per l’identificazione diretta degli enterobatteri produttori di ESBL riscontrati più di frequente. chromID® ESBL fornisce risultati in 18-24 ore, consentendone una tempestiva comunicazione a sostegno di efficaci misure di controllo delle infezioni, al fine di migliorare l’outcome per i pazienti e contenere i costi grazie a risposte più rapide.

chromID® ESBL fornisce risultati rapidi e facili da leggere

* la produzione di ESBL deve essere confermata da ulteriori test

Rapido, sensibile e specifico

chromID® ESBL garantisce un’elevata sensibilità grazie alla presenza dell’antibiotico cefpodoximae, il marcatore di elezione per questo meccanismo di resistenza. Il tempo per fornire il risultato è ridotto anche grazie a un elevato livello di specificità e al ridotto numero di test di conferma necessari. Dopo un’incubazione ottimale di 18 ore, l’affidabilità dei risultati, facili da leggere, è garantita dalla colorazione specifica evidenziata dal terreno cromogeno:

  • Escherichia coli: colorazione da rosa a bordeaux per le colonie produttrici di β-glucuronidasi
  • KESC (Klebsiella, Enterobacter, Serratia, Citrobacter): colorazione da verde/blu a marrone-verde delle colonie produttrici di β-glucuronidasi
  • Proteeae(Proteus, Providencia, Moraganella): colorazione da marrone scuro a marrone chiaro dei ceppi che esprimono deaminasi.

Compatibilità garantita

Per sapere se chromID® ESBL è compatibile con un altro prodotto, è sufficiente consultare il Certificato di compatibilità validato, che mostra chiaramente la compatibilità del prodotto con gli strumenti e i reagenti complementari.

  • Compatibilità chiara, facilmente garantita
  • Soddisfazione dei requisiti di accreditamento
  • Riduzione del numero di validazioni necessarie
  • Certificati di compatibilità disponibili nella Biblioteca tecnica

 

chromID® ESBL

43481 20 x 90 mm

 

ARTICOLI

Assessment of prevalence and changing epidemiology of extended-spectrum beta-lactamase-producing Enterobacteriaceae fecal carriers using a chromogenic medium
Paniagua R et al. Diagnostic Microbiology And Infectious Disease 2010;67:376-379

Performance of chromID ESBL, a chromogenic medium for detection of Enterobacteriaceae producing extended-spectrum ß-lactamases
Réglier-Poupet H et al.Journal Of Medical Microbiology, 2008;57:310-315

POSTER

ECCMID 2012 / London (United Kingdom)
A multi-center evaluation of 3 selective screening agars for the detection of extended-spectrum ß-lactamases
Floré K et al. ECCMID 2009 / Helsinki (Finland)

Evaluation of a chromogenic bioMérieux chromID ESBL medium for screening and presumptive identification of extended-spectrum ß-lactamase-producing Enterobacteriaceae from surveillance cultures
Sánchez-Carrillo C et al.

Comparison of the chromID ESBL medium and MacConkey agar supplemented with ceftazdime (5mg/l) for the detection of extended-spectrum beta-lactamase producing Enterobacteriaceae from rectal swabs in hospitals patients
Nonhoff C et al.

Pioneering diagnostics