Ricerca Rapida
Ricerca Generale Ricerca nel Mondo Clinica Ricerca nel Mondo Industria
 

Search form

Cosa stai cercando

Cosa stai cercando?
  • I nostri prodotti
  • Le nostre soluzioni
Cosa stai cercando?
1 Choose a
FRANCHISING
2 Choose a
APPLICAZIONE
3 Scegli un PRODOTTO

Gestione dell’infezione da C. difficile

Gestione dell’infezione da C. difficile

Il Clostridium difficile, una delle cause principali di infezioni correlate all’assistenza sanitaria (HAI), è stata classificata come una “minaccia incombente” nell’ultima relazione del CDC sulle minacce da antibiotico-resistenza. La sua prevalenza crescente ed i livelli elevati di morbidità e mortalità rappresentano un serio problema sia in termini sanitari che in termini economici. La gestione delle infezioni da C. difficile comprende un ampio range di misure che vanno dalla prevenzione alla diagnosi, alla terapia, alla sorveglianza, alla gestione dell’epidemia locale fino all’epidemiologia.  Grazie alla sua soluzione globale, bioMérieux è il tuo partner d’elezione nella lotta all’infezione da C. difficile.

Situazione: Il C. difficile oggi è una minaccia “incombente”

Infezioni da Clostridium difficile
 

Infezioni annuali stimate:
250.000 in US1; 185.000 in Europa2

Aggravio economico stimato:
$3 miliardi all’anno in US3; €3 miliardi in Europa4

 

1.  Antibiotic Resistance Threats in the United States, CDC 2013
2.  ENVI 2013 European Report on patient safety
3.  Guide to preventing C. difficile infections, APIC implementation guide, 2013
4. Bouza, E. Consequences of Clostridium difficile infection. Clin Microbiol Infect. 2012 Dec;18 Suppl 6:5-12

Fino a poco tempo fa il Clostridium difficile era considerato un patogeno di secondo piano. Oggi, invece, il C. difficile è considerato una  delle più temibili  infezioni correlate all’assistenza (HAI) causa di più del 60% di tutti i casi di diarrea associati all’assistenza sanitaria². Nella maggioranza dei casi, il  C. difficile è contratto in ambienti sanitari ed è associato alla terapia antibiotica. L’infezione da  C. difficile comporta costosi trattamenti, isolamento del paziente e lunghi tempi di degenza. Oltre all’impatto sulla salute, ciò costituisce una pesante fardello economico sul sistema sanitario nazionale. Secondo il CDC la diffusione del C. difficile è ai massimi livelli storici . Stanno emergendo ceppi iper-virulenti e si registrano severe epidemie locali con tassi di morbidità e mortalità che aumentano con allarmante rapidità.

Esistono numerose evidenze che la trasmissione del C. difficile stia diffondendo fuori dalle strutture sanitarie/assistenziali verso la comunità³. Infatti nel 2013 il CDC ha classificato il C. difficile come una “minaccia incombente”, intendendo “una minaccia reale alla Salute pubblica che richiede azioni immediate e mirate”1.

 

1. Centers for Disease Control and Prevention : ANTIBIOTIC RESISTANCE THREATS in the United States, 2013

2. Point Prevalence Survey of Healthcare Associated infections and Antimicrobial use in European acute care hospitals,
2011-2012 – ECDC surveillance report, July 2013

3. Wilcox et al. A case-control study of community-associated Clostridium difficile infection. J Antimicrob Chemother 2008;
62:388-96.

 

La sfida: gestione del C. difficile dalla prevenzione all’epidemiologia

Per combattere le complesse sfide sanitarie  che attualmente ci troviamo ad affrontare come l’infezione da C. difficile, è necessario un approccio multi-disciplinare. Le  Istituzioni Sanitarie, i clinici, i microbiologi e i pazienti, sono tutti direttamente coinvolti.
bioMérieux è il vostro partner d’elezione nella lotta all’infezione da C.difficile grazie alla lunga esperienza, alla competenza riconosciuta in Microbiologia e alle innovative soluzioni per supportare le attività del laboratorio.

La gestione dell’infezione da C. difficile inizia con la prevenzione  e prosegue con la diagnosi, il trattamento, la sorveglianza, la gestione delle epidemie nonché con il monitoraggio dell’andamento epidemiologico.

Il laboratorio di Microbiologia è chiamato a fornire risposte diagnostiche e di sorveglianza  accurate e veloci così come record affidabili per monitorare il trend epidemiologico. Per assicurare le migliori risposte alle sfide poste da ogni step della gestione della infezione da C. difficile esistono numerose esigenze:

Prevenzione/controllo dell’infezione:

  • Igiene efficace e procedure di pulizia
  • Gestione razionale degli antibiotici: terapia mirata da implementare tempestivamente
  • Educazione e coinvolgimento dello staff sanitario (per esempio corretta igiene delle mani, utilizzo degli antibiotici, etc.)
  • Test di monitoraggio ambientale

Diagnosi:

  • Strumenti diagnostici, reagenti ed apparecchiature, rapidi e accurati
  • Linee guida per i corretti algoritmi diagnostici
  • Aumentata consapevolezza

Gestione delle epidemie:

  • Sistemi di genotipizzazione semplici e veloci per la genotipizzazione del C.difficile e la gestione delle epidemie
  • Gestione affidabile dei dati per ottimizzare il flusso delle informazioni

Epidemiologia:

  • Raccolta dei dati accurata, completa e di facile accesso e reporting sull’andamento epidemiologico
  • Flusso di informazioni tra le regioni

 

 

Buone notizie – si può fare

In UK, la percentuale di infezioni  da C. difficile è progressivamente in calo dal 2007.
Questo è dovuto a diversi fattori tra cui:

  • La crescente consapevolezza dovuta ai reporting CDI obbligatori a partire dal 2004
  • le misure rinforzate di prevenzione/controllo delle infezioni
  • la sorveglianza e lo screening intensificati
  • il rafforzamento del ruolo degli amministratori ospedalieri
  • l'uso di antibiotici più prudente
  • gli algoritmi diagnostici migliorati
  • Migliore monitoraggio epidemiologico (compresa la ribotipizzazione)

 

 

La soluzione: strumenti accurati, flessibili e facilmente accessibili per affrontare la sfida del C. difficile

bioMérieux è da sempre in prima linea nella lotta al C. difficile. bioMérieux è sensibile e attenta alle necessità del laboratorio di Microbiologia e propone un approccio globale per soddisfare ogni richiesta con strumenti e reagenti necessari per le analisi e per supportare la decisione diagnostica per la gestione delle infezioni da C. difficile. Gli strumenti bioMérieux sono stati sviluppati per offrire tracciabilità, affidabilità e facilità d’uso nonché un alto livello di  automazione. La nostra gamma di prodotti garantisce flessibilità e accessibilità per soddisfare le esigenze delle diverse tipologie e dimensioni di laboratorio così come le diverse necessità di gestione dell’infezione.

 


Richiesta
 
Soluzioni bioMérieux
 
Controllo dell’infezione Count-Tact® surface testing range
Screening VIDAS® GDH
Rilevazione tossine VIDAS® C. difficile Toxin A&B
Coltura chromID® C. difficile agar
Clostridium difficile agar
Identificazione VITEK® 2 ANC card
API® 20A
rapid ID 32 A
Test di sensibilità  ATB ANA2 Etest®
Tipizzazione DiversiLab® C. difficile


VIDAS® Clostridium difficile GDH è un test automatizzato,
che consente un’interpretazione oggettiva e la tracciabilità dei risultati
.

Comparison of the VIDAS® C. difficile GDH and the GDH component of the C. diff
Quik Chek Complete for detection of Clostridium difficile in stools
.

C. Eckert, et. al. (Paris, FR)ECSMID: 29.04.2013

 

La soluzione: nuove linee guida per gli algoritmi diagnostici

Le nuove line guida  per gli algoritmi diagnostici del C. difficile raccomandano l’utilizzo di un protocollo in due step che inizia con un test immunoenzimatico (EIA) per la rilevazione dell’enzima GDH seguito da un test EIA per la rilevazione delle tossine per confermare i risultati positivi e, alla fine, una coltura per valutare la sensibilità. Questo protocollo fornisce risultati simili alla coltura tossinogenica, il “Gold Standard”, in combinazione con la ricerca della tossina permettendo però una riduzione dei costi e un risparmio di tempo.
 

Linee guida selezionate

A guide to utilization of the microbiology laboratory for diagnosis of infectious diseases: 2013 recommendations.
Infectious Diseases Society of America (IDSA) and the American Society for Microbiology (ASM). Clin Infect Dis. 2013 Aug;57(4):e22-e121.

Guide to Preventing Clostridium difficile Infections.
Association for Professionals in Infection Control and Epidemiology. 2013

Updated guidance on the diagnosis and reporting of Clostridium difficile.
Department of Health (UK) (DH/ARHAI). 2012

 

VIDAS® GDH e VIDAS® CD A&B

L’effettiva implementazione del nuovo algoritmo diagnostico a 2 step richiede strumentazione e reagenti con elevate performance. La soluzione bioMérieux per la ricerca del C. difficile su VIDAS®, comprendente VIDAS® GDH e VIDAS® CD A&B, soddisfa queste esigenze. Ecco come:

  • Ricerca in automazione con test semplici da eseguire:
  • La famiglia di strumenti per immunoanalisi VIDAS®  è riconosciuta a livello mondiale per la sua flessibilità, semplicità d’uso e adattabilità ai diversi flussi di lavoro
  • Costo-efficacia:
    • Riduzione dei test non necessari
    • Reagenti in formato monodose adatti a basse o alte routine in caso di outbreaks
  • Tracciabilità ed epidemiologia: memorizzazione di tutti I campioni analizzati

 

 

chromID® C. difficile

Per l’analisi colturale, il chromID® C. difficile consente una chiara identificazione in 24 ore1,2 e risulta essere fino al 30% più sensibile dei terreni convenzionali². L’utilizzo di un substrato cromogeno brevettato e una miscela antibiotica, fa sì che  il terreno sia altamente selettivo. I risultati sono facilmente interpretabili con colonie nero/grigie che contrastano molto bene sull’agar chiaro.
 

  1. Boseiwaqa LV, et. al. Comparison of ChromID C. difficile agar and cycloserine-cefoxitin-fructose agar for the recovery of Clostridium difficile. Pathology. 2013 Aug;45(5):495-500. doi: 10.1097/PAT.0b013e3283632680.

  2. Perry D. J. et al. Evaluation of a Chromogenic Culture Medium for isolation of Clostridium difficile within 24 hours. Journal of Clinical Microbiology– 2010; 48:3852-3858.

 

DiversiLab®

Il sistema diagnostico DiversiLab®  fornisce i risultati di una genotipizzazione in circa 4 ore. Utilizzando la tecnologia rep-PCR*, questa piattaforma automatizzata fornisce un DNA fingerprinting standardizzato e riproducibile per i campioni di C. difficile. Il sistema è in grado di fornire una caratterizzazione completa di campioni di altri batteri e funghi.

rep-PCR: amplificazione di sequenze geniche ripetitive non codificanti interposte lungo il genoma batterico utilizzando la Polymerase Chain Reaction (PCR). La tecnologia rep-PCR e i primers rep-PCR sono coperti da brevetti U.S. e brevetti internazionali per il Canada e l'Europa (5,691,136 and 5,523,217).
NOTA: DiversiLab
® non è un sistema per uso diagnostico.

 

Il C. difficile è una minaccia “incombente” per la Salute pubblica – la nostra dedizione per aiutarvi a gestirla

bioMérieux conosce i laboratori

Con oltre 50 anni di esperienza di lavoro in partnership con i laboratori di microbiologia, siamo sempre al vostro fianco per aiutarvi ad affrontare le sfide più impegnative – tra cui le infezioni da C. difficile che rappresentano una crescente minaccia per la salute.

Per garantire un miglioramento continuo nella gestione delle infezioni da C. difficile è necessario che vengano fatti passi avanti ad ogni livello (medico, scientifico, politico, etc. ). Assieme ad un’offerta completa per la diagnosi di  C. difficile, bioMérieux contribuisce con iniziative educative e scientifiche come queste:

Clicca per vedere i prodotti di questa soluzione
La soluzione contiene i prodotti qui sotto. Clicca sui prodotti per vedere i dettagli
Pioneering diagnostics